Powered by Video Live  
You-Videolive
Cerca video:
RSSRSS

Elenco video di

Anche TU Videolive!
Anche TU Videolive

Realizza i tuoi video!
MODALITA' APERTA O
MODALITA' PROTETTA


Momento delicato sui mercati

In tarda mattinata, dopo un'apertura in positivo che ha permesso a chi era ingabbiato, di uscire ad un prezzo ragionevole, il Ftse Mib ha virato in territorio negativo. Quello che sorprende, stando alle dichiarazioni di Pietro Di Lorenzo ideatore di SOS Trader e di tutti gli eventi Investing, è che le vendite sono generalizzate, il che fa comprendere che non è solo un settore ad essere sotto pressione. Non solo, ma ieri, continua Di Lorenzo, nel giro di poco più di 5 ore si è bruciato tutto il guadagno del 2020. In altre parole la dimostrazione del classico detto: il mercato sale per le scale e scende per l'ascensore. Adesso la domanda è: cosa fare? La risposta, per Di Lorenzo è: dipende dal tipo di investitore. Infatti se si ha una predisposizione al trading intraday è l'occasione per sfruttare i movimenti impulsivi che si stanno evidenziando già dai grafici e che perciò rappresentano dei fenomeni interessanti. Video Intervista a Pietro di Lorenzo a cura di Rossana Prezioso

Autore: Pietro Di Lorenzo, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 25/02/2020
Durata: 03:32

Crollo dei mercati si chiude un ciclo annuale?

Come sottolinea Paola Migliorino, esperta di mercati, la drammaticità di quanto accaduto ieri sulle borse di tutto il mondo è sotto gli occhi di tutti. Però è anche vero che quando si viaggia sull'onda di un rialzo artificiale che dura da mesi, mesi per giunta caratterizzati da bassa volatilità, il rischio che tutto cambi nel giro di poche ore è alto. Per questo motivo, continua Migliorino, era facile attendersi una svolta ribassista di medio termine già alla fine della settimana scorsa, sebbene non di questa forza. Ma per chi opera sul medio termine, la strategia adottata era quella di estrema prudenza. Quando non addirittura di uscita dal mercato. Cosa fare adesso? La prima mossa è quella di capire se ci si trova di fronte ad una semplice chiusura del ciclo annuale iniziato ai primi del 2019 oppure no. Intervista a Paola Migliorino a cura di Rossana Prezioso

Autore: Rossana Prezioso, Paola Migliorino
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 25/02/2020
Durata: 07:55

Ftse Mib: possibile un target di 27.800 punti per fine anno

Come sottolinea Antonio Landolfi Trader Master di Trading Room Academy, ormai da qualche seduta si sta creando una situazione interessante sul Ftse Mib. Infatti la piccola resistenza, fondamentale, di 25.100 punti è stata superata già da martedì grazie alal notizia dell'interesse di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. Notizia che ha scatenato il risiko bancario e anche l'interesse degli operatori per il settore finanziario. Da qui, secondo le previsioni di Landolfi, potrebbe arrivare un possibile movimento, ben più ampio, che toccherebbe anche i 26.700 punti se non addirittura i 27.800 punti per fine anno. Un target che il Ftse Mib è in grado, allo stato attuale dei fatti, di poter raggiungere facilmente per dicembre. Importantissimo porre l'attenzione su un elemento fondamentale: il livello sia di 25.110 del Fib che ora non dovrà più essere ripassato al ribasso.

Autore: Antonio Landolfi, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 19/02/2020
Durata: 02:48

Wall Street riapre ritorna in scena il mercato statunitense

La view sui mercati statunitensi di Sante Pellegrino, trader indipendente, non lascia dubbi. Il ritorno degli indici a stelle e strisce dopo la festività del President Day si è presentato come un evento molto interessante. Importantissima, infatti, riapertura dei mercati statunitensi in gap down. Gap down che può essere sfruttato o per la prosecuzione del ribasso visto che siamo su dei livelli di massimo storico con delle resistenze interessanti, oppure può essere sfruttato per una propria ricopertura . In questo caso il fine sarebbe quello di ripercorrere la strada del rialzo e intraprendere nuovi massimi storici. Dall'analisi dei grafici è possibile capire e soprattutto approfondire direttamente la situazione che si sta creando sui livelli di supporto e resistenza. In altre parole una panoramica su quello che sta succedendo in queste ore negli Stati Uniti. Intervista a Rossana Prezioso

Autore: Sante Pellegrino, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 18/02/2020
Durata: 02:59

Ftse Mib e Dax previsioni per il 2021

Una realtà di cui bisogna prendere atto, pur non essendo molto trattata dagli analisti, è quella della dicotomia abbastanza netta tra quella che viene comunemente chiamata "l'economia di carta, cioè l'economia delle banche centrali e dell'inflazione monetaria, e l'economia reale. A sottolinearlo è Paola Migliorino, analista dei mercati, che ricorda anche come, parlando dello stato italiano inteso come sistema Paese applicabile anche al resto delle economie occidentali, si sta creando una rottura tra finanza e economia delle imprese.. Un esempio arriva proprio dall'indice italiano che registra nuovi massimi andando contro una realtà fatta di aziende in difficoltà e di commercio nazionale e internazionale languente. La prova? I dati macro (produzione industriale in primis). Intervista a cura di Rossana Prezioso

Autore: Rossana Prezioso, Paola Migliorino
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 18/02/2020
Durata: 09:29

Mercati ai massimi. Nulla di nuovo

Cosa sta accadendo sui mercati di oggi? A rispondere è Antonio Landolfi, Trader Master di Trading Room Academy che sottolinea una particolarità: sui mercati sta accadendo quello che magari si auguravano in tanti e cioè che i listini sono in rialzo. Nello stesso tempo, però, il mercato italiano sta arrivando al livello che per febbraio/marzo dovrebbe provare a rallentare il tasso di salita e far ritracciare il mercato.Da qui, poi, dovrebbe andare, durante il corso dell’anno, a quelli che saranno i veri obiettivi, ben più ambiziosi, di tutta questa importante salita che ha coinciso con la rottura dei massimi importantissimi e ormai decennali di 24.200-24.500 punti. Nello specifico il target sarà di 25.110-25-120 di futures. Nel frattempo, il mercato dovrebbe iniziare a digerire il tutto, tra il 25.100 e il 24.500-24.200 punti. Un trend che potrebbe essere quasi auspicabile visto che, continua Landolfi, appare difficile, allo stato attuale dei fatti, pensare che l’indice italiano possa saltare direttamente al target annuale di 27.600 se non addirittura 28mila.

Autore: Antonio Landolfi, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 14/02/2020
Durata: 03:11

Precedenti 1 2 3 4 5 Successivi
© 2020 Traderlink Italia Srl   -   Cookie
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. OK