Powered by Video Live  
You-Videolive
Cerca video:
RSSRSS

Elenco video di

Anche TU Videolive!
Anche TU Videolive

Realizza i tuoi video!
MODALITA' APERTA O
MODALITA' PROTETTA


Oro in calo, ma la tendenza resta rialzista

La settimana è stata particolarmente pesante per i mercati finanziari. Il motivo lo spiega Carlo Vallotto, esperto di materie prime e metalli preziosi, che sottolinea il comportamento particolare dell'oro. Infatti inizialmente le quotazioni del metallo giallo avevano raggiunti nuovi massimi, per poi scendere successivamente. Infatti tecnicamente ci si era avvicinati a 1.700 dollari per oncia con un'apertura addirittura in gap rialzista che ha permesso di capire come ci fosse una fortissima domanda da parte degli investitori. Domanda che nasceva dall'ovvia esigenza di vedere tutelato il proprio portafoglio, proprio con l'oro, bene rifugio per eccellenza. Lo stesso oro, adesso, invece, continua a scendere dai massimi anche se, è bene specificare, la tendenza resta rialzista. Intervista a cura di Rossana Prezioso

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 28/02/2020
Durata: 04:00

Oro calano gli acquisti di India e Cina

Come si stanno muovendo i mercati delle materie prime, in particolare oro e petrolio, sull’onda delle ultime conseguenze del coronavirus? A rispondere è Carlo Vallotto, esperto in materie prime e metalli preziosi con una panoramica sia sul metallo giallo che sull’oro nero. Panoramica che parte da quella che Vallotto stesso definisce come una vera e propria guerra tra mercati azionari e materie prime. Nello specifico, l’appetito al rischio non diminuisce e i mercati azionari continuano a macinare nuovi massimi. Una realtà che risulta essere particolarmente evidente per gli indici statunitensi dove si sono visti i 3.400 punti sull’S

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 14/02/2020
Durata: 03:33

Allarme coronavirus anche su oro e petrolio?

Dall'analisi dei grafici, come ricorda Carlo Vallotto esperto in materie prime e metalli preziosi, si è visto un deflusso importante per quanto riguarda il petrolio. Una diminuzione delle quotazioni abbastanza netta dai 65 dollari che si erano visti in precedenza, per arrivare ai 57,40 dollari, livello di supporto. Cosa ha impattato maggiormente sull'andamento dei prezzi del barile? E' sempre Vallotto a rispondere sottolineando che il fattore determinante è stato quello del coronavirus, lo stesso che sta preoccupando i mercati a livello internazionale. Infatti la Cina è il maggiore acquirente a livello mondiale non solo di oro e petrolio ma di un po' tutte le materie prime. Infatti si è visto un calo generalizzato su tutte le commodity. Intervista a cura di Rossana Prezioso

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 31/01/2020
Durata: 03:35

Non solo oro e petrolio: gas e argento come occasioni di investimento

Con l'argento e il natural gas si guarda a nuove opportunità date dalle tematiche ambientaliste. Infatti, come ricorda Carlo Vallotto, esperto di materie prime e metalli preziosi, l'argento, ad esempio, è un elemento essenziale nella costruzione di pannelli fotovoltaici. Si rimane, quindi, anche sul mercato cinese dal momento che è proprio la Cina uno dei principali acquirenti di argento al secondo posto, l'India. Per quanto riguarda il trend, continua Vallotto, si nota come questo abbia avuto un forte rialzo trainato anche dal fratello maggiore, l'oro. L'argento è infatti partito dai 16, 50 dollari per oncia, ed è arrivato a raggiungere i 18,50 dollari per oncia. Successivamente è nuovamente disceso ma resta sempre al di sopra della media mobile a 60 periodi. Intervista a cura di Rossana Prezioso

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 24/01/2020
Durata: 03:53

Crude oil: niente caos sui mercati. Il parere di Carlo Vallotto.

Le notizie in arrivo dalla Libia, fa notare Carlo Vallotto, esperto di materie prime e metalli preziosi, avrebbero dovuto impattare in maniera sensibile sul petrolio. Notizie che, in realtà, si erano già fatte notare nel fine settimana. Sostanzialmente, però, non sembra che ci siano stati grandi forzature. O per lo meno quello che appare è che gli investitori non sembrano intimoriti da quanto sta accadendo, dal momento che nella giornata di oggi il crude oil varia in negativo.Il prezzo al barile, infatti, è di circa 58,75 dollari quindi rimane sempre lo scoglio dei 60 dollari che, tra l’altro, è anche il principale livello di resistenza al rialzo. La notizia del blocco delle esportazioni da parte della Libia non sembra aver creato dunque il caos. Un quadro di calma che, probabilmente, è stato favorito dal fatto che oggi i mercati americani sono chiusi per il Martin Luther King Day.

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 20/01/2020
Durata: 02:41

Oro: cosa è successo nel 2019 e cosa aspettarsi nel 2020

Intervista a Carlo Vallotto a cura di Rossana Prezioso.

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 20/12/2019
Durata: 03:53

Reazione dell'oro alle parole di Draghi. L'opinione di Carlo Vallotto

Intervista di Rossana Prezioso

Autore: Carlo Vallotto, Rossana Prezioso
Fonte: Traderlink Srl
Data: 25/10/2019
Durata: 03:14

Oro - non da escludere i $1.550 nella seconda metà dell'anno

A spingere il metallo giallo verso nuove vette, ricorda Carlo Vallotto, esperto di materie prime e metalli preziosi, sono stati fattori specifici. La guerra dei dazi tra Usa e Cina ma soprattutto la guerra "interna" tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il governatore della Federal Reserve Jerome Powell per il costo del denaro. Trump, da sempre, ha impostato la sua politica su un dollaro debole tanto da far pensare che l'aumento minacciato, del 25ull'ultima tranche di merci cinesi ancora libera da tariffe doganali, potrebbe essere stato deciso proprio per mettere pressione sull'economia internazionale e costringere quindi la Fed ad intervenire.

Autore: Carlo Vallotto
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 09/08/2019
Durata: 04:48

L'argento - rotti livelli tecnici molto interessanti

Questa settimana, fa notare Carlo Vallotto esperto di materie prime e metalli preziosi, i veri protagonisti sono stati i metalli preziosi. In particolare, ancora di più dell'oro, lo è stato l'argento che ha registrato un forte input rialzista.Il fratello minore dell'oro, dopo aver superato di slancio i 15,50 dollari l'oncia, livello principale di resistenza, adesso quota addirittura 16,40. Un rally che ha rimesso in primo piano un metallo spesso dietro le quinte. Interessante anche vedere il rapporto tra il prezzo dell'oro e quello dell'argento. Intanto il metallo prezioso ha rotto degli importanti livelli tecnici. Il prossimo scoglio? I 17 dollari.

Autore: Carlo Vallotto
Fonte: TraderLink VideoAnalisi
Data: 19/07/2019
Durata: 04:58

Precedenti 1 2 3 4 5 Successivi
© 2020 Traderlink Italia Srl   -   Cookie
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. OK